Crea sito

Jeeg Robot - Sito tributo
- Il manga -
Jeeg Italia
Il manga di Jeeg è stato pubblicato in Italia nel 2002 da Dynamic Italia, in due volumi di circa 200 pagine ciascuno. Le pagine sono all'occidentale (ribaltate rispetto all'edizione originale giapponese). Nel 2008 è uscita la prestigiosa edizione D/Visual (disponibile solo in fumetteria) che finalmente propone il manga in versione non ribaltata.

Il manga raccontato pagina per pagina
Clicca e scarica!
La trama è disponibile anche in formato pdf, da stampare! Clicca l'icona accanto per il download! Il file può essere diffuso liberamente purché se ne citi la fonte http://gasweb.altervista.org/jeeg.

Volume 1 | Volume 2

Capitolo 1: Genesi del robot magnetico

Nelle profondità del Mar del Giappone si risveglia Himika, regina del popolo Yamatai che, in tempi dimenticati, aveva dominato, attraverso la politica del terrore e il potere delle scienze occulte, l'antico Giappone. Dopo un sonno di millenni, Himika reclama il suo antico dominio sui territori che le erano appartenuti.
Il primo compito che Himika affida ai suoi ministri Ikima, Amaso e Mimashi è l'eliminazione degli unici due scienziati a conoscenza dell'antico regno Yamatai: l'archeologo Ichiro Onoda e il dottor Kirijiro Shiba; furono infatti loro due a portare alla luce un'antica campana di bronzo recante un codice che svelava la verità sulla leggenda di Himika. Onoda è eliminato senza scrupoli, mentre Shiba è raggiunto da Ikima e alcuni soldati Haniwa mentre rientra alla Build Base [Base Antiatomica nel cartone animato (anime)] assieme al figlio Hiroshi, fresco campione del mondo di automobilismo; padre e figlio sono brutalmente mitragliati a sangue freddo, e Hiroshi muore. Il dottor Shiba, invece, ha ancora la forza per portare il corpo del figlio alla Base e, con le sue ultime forze, portare a termine il "Progetto G", col quale dona ad Hiroshi una nuova vita in un corpo di acciaio, col potere di trasformarsi prima in un guerriero umanoide e successivamente nella testa di Jeeg, un robot che completa il suo montaggio unendo a sè i componenti lanciatigli dal Big Shooter pilotato dall'amica Miwa Uzuki.
© Go Nagai/DynamicIkima ha già mandato due spiriti Haniwa a distruggere il Giappone, quindi Jeeg ha subito motivo per entrare in scena e affrontarli. I due spiriti agiscono secondo un ben preciso schema di attacco, ma Jeeg, dopo aver disarmato uno di loro, lo infilza con la lancia del secondo, e con un getto di Spin Storm [Raggio Protonico nell'anime] li distrugge entrambi.

Nota: il combattimento è identico a quello che appare all'interno della sigla iniziale, riprodotto qui accanto.
Capitolo 2: Il ritorno del regno Jamatai

Al Ministero delle scienze spaziali si sta analizzando un misterioso frammento di roccia che resta sospeso a mezz'aria ed emette luce propria. Tra gli scienziati c'è anche il fratello di Miwa, la quale sta parlando a Hiroshi del curioso ritrovamento quando, a un tratto, Hiroshi è chiamato da suo padre! Corre verso la provenienza di quella voce, e si ritrova in una sala della Build Base dove in un grande computer Shiba aveva provvidenzialmente trasferito ogni sua cognizione. E' la prima occasione in cui può spiegare a suo figlio chi sia il popolo Yamatai, ma appena apprende del ritrovamento della roccia, riconosce lo stile di Himika e invia Hiroshi affinché protegga gli scienziati.
Sottoposto alle varie analisi, intanto, la roccia aumenta di dimensioni, e in pochi istanti si trasforma in uno spirito Haniwa; molti scienziati soccombono ma, prima che tale sorte tocchi anche al fratello di Miwa, giungono Hiroshi e il Big Shooter per formare Jeeg. Nel corpo a corpo, Jeeg ha la meglio, quindi il mostro, scansando un getto di Spin Storm, afferra l'avversario con dei tentacoli elettrici per fulminarlo a distanza; liberatosi da quella presa, Jeeg è attaccato alle spalle e portato in quota per essere poi lasciato precipitare. Prima che la salita si faccia vertiginosa, Miwa lancia un paio di missili, e il mostro molla Jeeg, che subito ne approfitta distruggendolo con il Knuckle Bomber [Doppio maglio perforante nell'anime].
Capitolo 3: L'attacco di Yamata No Orochi

Lo scenario propone subito due nuovi spiriti Haniwa in azione: il primo, emergendo dalle acque oceaniche, s'innalza in volo distruggendo una nave da crociera; il secondo sbuca dal sottosuolo dell'autodromo dove sta gareggiando Hiroshi, che si salva grazie alla sua nuova struttura d'acciaio, e può quindi chiamare in suo soccorso il Big Shooter di Miwa per la trasformazione in Jeeg. Il primo mostro, tuttavia, mette fuori gioco Miwa con una scarica elettrica, che si salva dallo schianto al suolo inserendo in extremis il pilota automatico.
Ancora stordita, Miwa riesce a lanciare i componenti a Hiroshi, che contrasta il secondo spirito Haniwa con colpi di arti marziali, prima di attirarlo a sè per stritolarlo, ma l'intento di Jeeg è ostacolato dal mostro volante che lo colpisce con la sua scarica elettrica. Tornata in sè, e incoraggiata da Shiba, Miwa piomba addosso al mostro volante, quindi Jeeg, prontamente, afferra l'altro mostro e lo lancia addosso al primo, distruggendoli entrambi con lo Spin Storm.
© Go Nagai/DynamicLa lotta ha prostrato molto Hiroshi, che si sottopone a una "ricarica" energetica nella Build Base; nel frattempo Himika scatena la sua furia uscendo in avanscoperta con la sua astronave, la Yamata No Orochi, un terrificante vascello dotato di otto teste di drago e, dopo aver polverizzato alcuni caccia dell'aviazione giapponese, compie un vero massacro nei dintorni del monte Fuji. Sebbene non ancora in piena forma, Hiroshi decide d'intervenire, e quando Jeeg entra in azione, Ikima gli invia Yomaso, uno dei suoi spiriti Haniwa più potenti: inerte allo Spin Storm, ha una delle sua braccia tramutata in una frusta con la quale afferra e sbatte Jeeg ripetutamente, prima di staccarsela e immobilizzarlo per assestargli il colpo di grazia utilizzando l'alabarda che gli sbuca al posto della frusta! Shiba suggerisce di utilizzare il Mach Drill [Missili perforanti nell'anime], arma ancora sperimentale, e con due trivelle al posto delle braccia, Jeeg coglie di sorpresa Yomaso e lo trapassa senza difficoltà. La Yamata No Orochi, quindi si dà alla fuga.
E' ora Amaso a proporre un suo piano a Himika, contando sul fatto che Hiroshi, sebbene sia oramai un cyborg, conserva sentimenti umani; sulla base di questo, Amaso invia lo spirito Haniwa Ghira che, dall'alto dei cieli, provoca una pioggia che scatena negli umani un istinto omicida. Hiroshi ne è immune, ma tutte le persone in carne e ossa che gli sono accanto tentano di ucciderlo; inseguito da una folla letteralmente impazzita, collega il fenomeno alla pioggia e richiede l'intervento del Big Shooter. Trasformatosi nella testa di Jeeg, Hiroshi sale in quota ad affrontare Ghira, compie un rischioso agganciamento aereo e, attirato l'avversario a sè con il Magnet Power [Super neutroni nell'anime], lo apre in due dalla bocca e lo fa precipitare.
I ripetuti fallimenti, fanno temere ad Ikima un'aspra punizione da parte della regina Himika, per cui mette in atto, di sua iniziativa, un piano crudele. Mentre Mayumi, sorellina di Hiroshi, passeggia nel bosco in cui è immersa la Build Base, s'imbatte in un cagnolino che subito adotta chiamandolo Chiko e portandolo a casa. Durante la notte, Chiko, che in realtà è un robot inviato da Ikima, invia onde telepatiche che portano tutti i cani randagi della zona ad aggredire la gente, convergendo verso casa di Hiroshi, da dove proviene il segnale.
© Go Nagai/DynamicIn quegli istanti, Ikima invia dalla Yamata No Orochi una coppia di spiriti Haniwa ad attaccare la Build Base, sfruttando il fatto che Hiroshi è bloccato dai cani impazziti... Miwa esce col Big Shooter, ma Hiroshi, sebbene avvertito da Shiba, deve proteggere sua madre e Mayumi, e solo quando Chiko sta per assalirle, comprende tutto e lo uccide, riportando di conseguenza i cani alla normalità. La rabbia di Hiroshi è grande, per il male fatto a Mayumi, e corre ad affrontare gli spiriti Haniwa; appena si è trasformato in Jeeg, Ikima fa riunire i due spiriti nel mostro Mozuru, gigantesco! Jeeg riesce solo a staccargli un corno con il Knuckle Bomber, mentre lo Spin Storm è inefficace. Scomponendosi e riunendosi, Mozuru disorienta Jeeg, che è sballottato un po' ovunque dai pugni e tentacoli dell'avversario. Per avere la meglio sulla situazione, Shiba attende il momento propizio e ordina a Miwa di lanciare il Mach Drill, con il quale Jeeg trapassa Mozuru, distruggendolo.

Nota: Miwa sfoggia all'interno dell'episodio un vero e proprio guardaroba! Solo nel combattimento contro Mozuru indossa una tuta simile a quella fissa dell'anime. Ben due dei mostri presenti in questo capitolo sono apparsi nell'anime (episodi 4 e 6).
Capitolo 4: Attentato al cyborg Hiroshi

Himika è furiosa con Ikima per aver registrato solo una serie di fallimenti contro Jeeg, e dopo averlo sottoposto a una severa punizione, affida ad Amaso la nuova missione. Nel corso di una partita di baseball, si apre una voragine nello stadio, e risucchia alcuni giocatori, i cui corpi riaffiorano sulla strada percorsa da Hiroshi, che sta dando un "passaggio" a Miwa e Mayumi. Costretti a fermarsi, i tre sono assaliti dai corpi che Amaso ha letteralmente trasformato in zombi. Dopo aver agevolato la fuga di Miwa e Mayumi, Hiroshi si trasforma in guerriero umanoide, e la sola energia sprigionata lo sbarazza degli zombi; è allora che Amaso chiama a sè lo spirito Haniwa Garma, una specie di gigantesco porcospino in grado di lanciare i suoi aculei esplosivi.
© Go Nagai/DynamicLo scontro è impari: Hiroshi riesce ad accecare un occhio a Garma, ma ne riceve una ferita al torace; scaraventato in un angolo, Hiroshi vede piombargli addosso l'avversario per il colpo di grazia, ma i missiil del Big Shooter lo salvano. Immediata è la trasformazione in Jeeg, vanamente ostacolata dal lancio di aculei di Garma: una barriera magnetica protegge Jeeg durante il Build up ["Contatto!" nell'anime]. Dopo aver stordito Jeeg con un vortice, Garma è colto alle spalle, afferrato per la coda, lanciato in aria e finito con lo Spin Storm.

Nota: Hiroshi, in fase umanoide, sanguina in seguito al colpo inferto da Garma. Peccato che Shiba, nel ridargli vita, dica: "Trasformerò la tua carne in acciaio immortale!", e che già nel corso dell'operazione non vi è più alcuna goccia di sangue nel corpo di Hiroshi...
Capitolo 5: Una nuova arma: il Jeeg Buckler

Si lavora sodo alla Build Base per realizzare nuovi componenti per Jeeg, e anche Hiroshi è sottoposto a un allenamento: legato da Miwa, deve fronteggiare un samurai, un pugile e un lottatore! Ma uno spirito Haniwa, formatosi da una pioggia di grandine, lo richiama all'azione. Fa appena in tempo a trasformarsi in Jeeg che il mostro lo travolge con una raffica di proiettili, che lo portano sotto il tiro di un secondo spirito Haniwa, armato di scudo e spada, col quale anche Mimashi si è portato sul campo di battaglia. Sballottato dai due avversari, Jeeg è ferito al torace e perde una mano, ma riesce ugualmente ad assestare un pugno in faccia al primo spirito, dalla cui ferita fuoriesce un fluido che, finendo sugli occhi di Jeeg, lo acceca mentre il mostro esplode.
Il secondo mostro ha la vittoria in pugno, e piomba contro Jeeg, inerme, per finirlo, ma Miwa gli lancia addosso il Buckler Spin [Scudi rotanti nell'anime] a tagliargli la strada. Affidandosi al solo udito, Jeeg riesce ad agganciare gli scudi ai polsi e, individuati i passi del mostro, lo rompe in due lanciandogli la nuova, portentosa, arma. La vittoria non risparmia, tuttavia, a Hiroshi, la ripresa degli allenamenti, sotto la vigilanza di Miwa!

Torna su

Capitolo 6: Fuga da Yamata No Orochi

© Go Nagai/Dynamic
Miwa è in volo di addestramento col Big Shooter, quando finisce preda dell'astronave di Himika; ciò consente a Ikima di inviare lo spirito Haniwa Giraru, capace di lanciare missili dalle mani, per la solita manovra distruttiva, senza dover temere l'intervento di Jeeg. Hiroshi si reca ugualmente con la sua moto sul posto, per affrontare Giraru trasformandosi in umanoide. Sulla Yamata No Orochi, Miwa, osservando la generosità di Hiroshi, sebbene con le mani legate, si getta su un soldato e si dirige verso il Big Shooter: uno dei proiettili sparati dai soldati la ferisce, ma al tempo stesso rompe la fune che la legava; raggiunta la navicella, Ikima ordina allo spirito Guwara di impedirle di lasciare la Yamata. Miwa si sbarazza dell'avversario lanciandogli addosso uno dei razzi dai quali lancia i componenti, utilizzando l'altro per aprirsi un varco di uscita dall'astronave nemica.
Raggiunto il campo di battaglia, Miwa (che intanto ha riunito i razzi al Big Shooter) consente a Hiroshi di trasformarsi in Jeeg; a quel punto Giraru sfodera la sua arma più forte: onde termiche per fondere l'acciaio di cui è fatto Jeeg. Stretto in quell'abbraccio incandescente, Jeeg richiede il Mach Drill; portato l'avversario con sè ad alta quota, lo manda in stress termico, costringendolo a mollare la presa, quindi lo finisce lanciandogli uno dei due missili perforanti.
Capitolo 7: Gli ostaggi di Amaso

Stavolta è lo scuolabus di Mayumi a essere obiettivo del piano di Amaso, il quale lo fà preda di Sabara, uno spirito Haniwa volante; tra i bambini rapiti c'è Naoki, che odia Jeeg perché non arrivò in tempo per salvare i suoi genitori durante un attacco del popolo Yamatai. Quando Jeeg interviene, dal sottosuolo sbuca un secondo spirito Haniwa, dalla cui bocca lancia degli animaletti esplosivi che gli fanno fuori un braccio. Per Jeeg è comunque facile sbarazzarsene, sparandogli in bocca un colpo del Bazooka [Bazooka spaziale nell'anime]!
Amaso, che fa sempre leva sui sentimenti umani di Jeeg, gli manda contro Sabara, una specie di disco volante con un guerriero sulla sommità e tre draghi intorno, in una delle cui bocche vi è lo scuolabus con i bambini! Jeeg, impossibilitato ad agire, è colpito da raffiche di aculei e da scariche elettriche, quindi propone a Miwa una mossa disperata: "Lancia i Mach Drill! Poi colpisci la testa del mostro che sta bloccando l'autobus!" Con qualche perplessità, Miwa esegue: Jeeg aggancia i Mach Drill e, quando la testa del mostro salta via colpita dal Big Shooter, lui, in volo, aggancia l'autobus con i Magnet Rope [Raggi delta nell'anime], portandolo in salvo, per poi trapassare Sabara. Grazie alle parole finali di Mayumi, Naoki può ora ricredersi su Jeeg, e lo ringrazia mentre scompare all'orizzonte.

Nota: la spirito Haniwa di questo capitolo fa una breve e infelice apparizione nell'episodio 19 dell'anime.
Capitolo 8: Il progetto per la distruzione della Build Base

La regina Himika è più infuriata del solito a causa delle continue sconfitte, e sfoga la propria collera facendo a pezzi i suoi "inutili" soldati; è Amaso a calmare la sua ira proponendole un nuovo piano, talmente gradito che Himika ordina a Ikima di prenderne parte, sotto gli ordini di Amaso. Un gruppo di soldati Haniwa, sotto ordine di Ikima, assalgono una città, lasciando vivi solo due ragazzi, Mamuru e Gen i quali, riuscendo a raggiungere la Build Base, danno l'allarme su ciò che è accaduto; parte quindi il Big Shooter con Miwa e Hiroshi, diretti sul luogo della strage, ove li attende l'agguato di Ikima: uno spirito Haniwa dalla testa fiammeggiante.
© Go Nagai/DynamicAmaso, intanto, dà ordine ai suoi soldati di assaltare in gran numero la Build Base, e quando questa si assetta per difendersi, scopre che nei soldati Haniwa sono state impiantate delle bombe: difendersi significa quindi provocare esplosioni a danno della Build Base! Sull'altro campo, Jeeg fronteggia lo spirito Haniwa, liberandosi dal suo vortice di fiamme con il Knuckle Bomber, ma il suo duello è interrotto dal prof. Shiba che lo richiama di urgenza alla base, ove intanto ha dato ordine ai suoi collaboratori di lanciare polvere di ferro sui soldati Haniwa. Utilizzando il Magnet Power, Jeeg, dal Big Shooter, porta i soldati-bomba in quota, facendoli poi precipitare sul sopraggiunto spirito Haniwa di Ikima: l'esplosione dei soldati gli trancia un braccio, quindi Jeeg lo finisce con un Dynamite Kick e lo Spin Storm.
Capitolo 9: Un invasore dal cosmo

Due scienziati notano al telescopio la caduta di un grosso meteorite sul quartiere Kurogatake, vi si recano per controllare e scoprono che in realtà si tratta di una forma di vita che, emettendo pulsazioni, attira a sè e ingloba ogni animale, scatendandone nel frattempo una furia spietata; i due scienziati sono fatti a pezzi, e la stessa sorte tocca ai guardiani dello zoo nonché a chiunque s'imbatta in uno dei branchi impazziti. Il fenomeno è segnalato alla Build Base, dalla quale partono Miwa e Hiroshi in perlustrazione col Big Shooter; anche Himika avverte le malefiche pulsazioni, e ne riconosce l'antica fonte, affermando che si tratta di un emissario di dio che fu causa del suo lungo sonno (v. cap. 1).
Mentre il Big Shooter precipita in seguito a un'onda magnetica che lo colpisce, Mimashi, al comando di uno stuolo di spiriti Haniwa, va ad affrontare il misterioso nemico, ma questi, proclamandosi l'inviato di dio, si trasforma in un mostro dalle fattezze leonine e li uccide tutti sprigionando un'immensa energia! Hiroshi si trasforma in Jeeg, e il mostro-leone gli annuncia l'intenzione di distruggere l'umanità poiché ha abusato dell'intelligenza donatagli da dio, prima di imprigionarlo con la propria criniera e colpirlo con la sua impressionante emissione di energia. Mentre Amaso è lieto di vedere Jeeg in difficoltà, Ikima invia uno spirito Haniwa ad aiutarlo, ritenendo Jeeg battibile in un'altra occasione, mentre lo scontro col mostro-leone sarebbe senza speranze. Lo spirito Haniwa, tuttavia, riesce solo a distrarre il mostro-leone prima di essere scaraventato da questi contro la Yamata No Orochi, che quindi preferisce battere la ritirata. Jeeg ne approfitta per riprendere fiato, far lanciare i Mach Drill addosso al mostro e bombardare questi con lo Spin Storm e i missili del Big Shooter: l'energia fotonica che si accumula causa l'esplosione dell'avversario, la cui testa, staccata dal resto, ha ancora forza per annunciare l'imminente fine dell'umanità, prima di esplodere anch'essa.
Il combattimento ha mostrato a Hiroshi i limiti di Jeeg, che ha avuto la meglio solo grazie all'intervento sacrificale di uno spirito Haniwa.

Nota: di grande effetto l'incubo di Hiroshi che conclude il capitolo!
Capitolo 10: L'avvento di Ryuma, il Dragone Infernale

Pronunciando misteriose parole ("Uraruru...Garurararu...Rirura..."), Himika "legge" attraverso il fuoco ciò che fu annunciato dal mostro-leone (v. cap. 9): l'imminente arrivo di un dio, incarnato in un immenso drago, col potere di impadronirsi di ogni vita, instaurando una spietata legge del più forte. In virtù di questo, decide di sferrare l'attacco decisivo per la conquista del Giappone, e ordina a Ikima e Amaso di iniziare l'assedio/sterminio dalla città di Kyushu, mentre lei affronterà Jeeg in prima persona! In breve si scatenano su Kyushu numerosi spiriti Haniwa, distruggendo ponti, aeroporti, seminando morte e distruzione; Himika si occupa in prima persona di assogettare al suo volere una squadra di soldati dell'autodifesa militare, i quali fanno irruzione, con tanto di carri armati, nel cinema ove Hiroshi ha accompagnato Mayumi, e senza pietà sparano a freddo sul pubblico. Le notizie giungono alla Build Base, dalla quale Miwa parte col Big Shooter in soccorso di Hiroshi e Mayumi; la coraggiosa pilota giunge in tempo per assistere alla comparsa d'Himika che scatena contro Hiroshi un'orda di spiriti Haniwa, ed è provvidenziale il lancio dei componenti: una scarica di Super Spin Storm e qualche pugno ben assestato consentono a Jeeg di sbarazzarsi degli avversari. Ma la battaglia è appena iniziata: Himika fa apparire nuovi spiriti, uno dei quali immobilizza Jeeg con dei tentacoli mentre gli altri gli sono addosso: il robot di acciaio si scompone liberandosi dalla morsa, quindi indirizza contro gli spiriti i Mach Drill, sconfiggendo anch'essi. Una sfera ricoperta di tentacoli, sospesa a mezz'aria, dalla quale era apparsa Himika, diventa incandescente e la regina Yamatai mostra a Jeeg la sua vera forza: il robot è travolto e ferito da draghi di fuoco e sta per soccombere, quando vede Mayumi correre verso di lui in un mare di fuoco; capisce che si tratta di una illusione e spara lo Spin Storm contro la sfera di tentacoli, portando Himika allo scoperto! Nel corpo a corpo Jeeg ha facilmente la meglio: assesta un cazzotto a Himika e, disarmandola del suo scettro con lame di scure, glielo lancia centrandola in pieno. Himika si ritira in un vortice, e Jeeg cade stremato e sanguinante al suolo.
© Go Nagai/DynamicTrascorrono cinque giorni, a Kyushu l'assedio procede, e Ikima già progetta di trasformare gli umani in soldati Haniwa, quando Himika ordina ad Amaso di riprendere il duello con Jeeg utilizzando la Yamata No Orochi; inutili le obiezioni di Ikima, che ritiene più importante mantenere il controllo di Kyushu. Mentre l'astronave è in volo, un enorme vascello solca il cielo, con un drago a prora e un castello a poppa: la Yamata No Orochi è risucchiata dalla misteriosa fortezza volante! Imprigionata, come tutto il suo popolo, in sfere di cristallo, Himika si trova faccia a faccia con Ryuma [Imperatore delle Tenebre nell'anime], il demone annunciato dal mostro-leone: il suo intento è la conquista della Terra, dopo millenni di viaggi nel cosmo alla ricerca di un pianeta altrettanto bello, ed egli non teme né il regno Yamatai né gli umani, e promette a Himika una degna morte. Nei pressi della Build Base, Jeeg sta verificando il suo stato di forma, quando un velocissimo spirito Haniwa lo travolge; prima di subire una terza carica dall'avversario, Jeeg si fa lanciare il Pansaroid [Antares nell'anime] e si trasforma in centauro armato di giavellotto, col quale colpisce mortalmente l'avversario, che si rivela essere Himika, trasformata da Ryuma in mostro, che si propone come nuovo, spietato, nemico di Jeeg e dell'umanità.

Nota: a differenza dell'anime, il modulo Antares non è lanciato dalla base ma da un'apposita apertura sulla prua del Big Shooter; diversa anche la morte di Himika, che nell'anime è uccisa dall'Imperatore delle Tenebre (Ryuma) non appena invocato.
Imperdonabile carognata di Go Nagai: ha lasciato la storia del manga in sospeso! E' come se la Rai trasmettesse i Mondiali fino ai quarti di finale! Non ci si può giustificare con la creazione, successiva, della saga completa in versione anime, perché sono due cose diverse: come se s'iniziasse a leggere "Il nome della rosa" e all'ultima pagina fosse scritto che il finale lo si trova nel film! E' una filosofia mangaka scorretta e davvero difficile da accettare.

Torna su